Da Calabritto alla Madonna del Fiume
Giu 16

Da Calabritto alla Madonna del Fiume

 


  • Domenica 16 Giugno 2019 sarà possibile cimentarsi in un'escursione naturalistica nel Parco Regionale dei Monti Picentini
     

    Il percorso condurrà i partecipanti da Calabritto alla Madonna del Fiume 

    Partenza gruppo da Ischia , aliscafo Caremar Ischia-Napoli ore 6:45. 

    Percorso A/R : Calabritto (460 m) – Sentiero 156, Fontana Lavaculi (616 m), Ruderi (570 m), Fontana dei palombi (600 m), Madonna del Fiume (593

    m) e ritorno lungo la stessa strada.

    Dislivello: 920 m Durata (escluse soste): 3 ore Difficoltà: E Lunghezza: 8 km


    Prenotazione obbligatoria entro giovedì 13


    Pranzo previsto con prodotti tipici calabrittani: euro 15,00. Prenotazioni telefoniche entro giovedì 13 giugno al 


    Il paese di Calabritto (480 m) è situato alle pendici del monte Altillo, l'estremità orientale dei monti Picentini. Ricco di sorgive tra i fiumi che attraversano il territorio comunale vi sono il Sele e il torrente Zagarone le cui acque formano la spettacolare Cascata del Tuorno. La vetta più alta è il monte Cervialto (1809 m) che è anche la cima più elevata della provincia di Avellino, seguono il Cervarulo (1632 m), il Calvello (1579 m) e l'Altillo (1432 m). La vegetazione è ricchissima di boschi di faggio (Fagus sylvatica). Sono presenti, inoltre, numerosi ettari di territorio ricoperti da aceri (Acer opalus neapolitanum, Acer pseudoplatanus) e castagni. Il sottobosco è ricco di funghi (porcini e spugnole) e di tartufi neri. La principale specie ancora diffusa nelle montagne di Calabritto è il lupo. Figurano inoltre esemplari di gatto selvatico, volpe, cinghiale, tasso, ghiro, donnola, puzzola, nibbio reale, picchio nero. Secondo una tradizione locale una parte degli abitanti sarebbe discendente delle truppe di Spartaco, riuscite a fuggire ai Romani presso la foce del Sele e sconfitti definitivamente dagli stessi "ad caput silaris fluminis", quindi nell'Alta Valle del Sele. Il Santuario Madonna del Fiume si trova nell'alta Valle del Sele, alle falde del complesso del Cervialto. La chiesetta, all'interno di una grotta carsica, offre un suggestivo spettacolo di concrezioni calcaree. Secondo la leggenda popolare, all’inizio del XVII secolo il torrente Meria era straripato e aveva travolto una piccola cappella che sorgeva sulle sue rive. La raffigurazione della Vergine che era stata dipinta sul fondo della cappella fu ritrovata del tutto illesa alla foce del torrente. Nel 1624 (anno di devozione alla Vergine, al tempo in crisi a causa della riforma protestante) fu intrapresa la costruzione del Santuario e Maria fu eletta patrona del paese. Da quel momento il Santuario è diventato meta di pellegrinaggio. Secondo una credenza popolare di origine pagana, se una donna in attesa di un bambino beve l’acqua che sgocciola da una particolare stalattite a forma di mammella le sarà assicurata abbondanza di latte. L’escursione è una vera antologia di spettacoli naturali di incontaminata bellezza: fauna e flora rigogliose in un tripudio di fiumi, ruscelli e cascate imponenti.

    Descrizione itinerario

    Da Calabritto (via Altasede) per contrada Muliumiento fino all'imbocco del sentiero 156 (623 m)(segnalato). Seguendo poi il sentiero si incontra la fontana detta “Lavaculi” (spiegazione in loco) e quindi i ruderi abbandonati di una casupola sul cui piazzale si balla in occasione dei pellegrinaggi. Immersi in una natura rigogliosa si attraversa una via d’acqua e si raggiunge prima la fontana dei Palombi e quindi la chiesa rupestre.

    Percorso - ritorno: il percorso del ritorno segue pari pari quello dell’andata.

    Criticità del percorso: le uniche criticità del percorso riguardano il fondo del sentiero e le scale di cemento che possono presentarsi molto viscide a causa delle numerose vie d’acqua di ruscellamento. Si deve prestare attenzione all'eventuale caduta massi.

    Acqua: alla partenza (fontana Lavaculi) e a metà percorso (Fontana dei palombi)

    Attrezzatura necessaria: abbigliamento e calzature idonee alle possibili precipitazioni, scarponcini idonei (previsti attraversamenti di vie d’acqua). Molto consigliati i bastoncini da trekking.

    Per info e prenotazioni: 

    Tel. 3922491813 (Salvatore)

  • Categoria
    GIORNATA NAZIONALE #APPENNINO
  • Data e Ora
    Giu 16 2019 at 08:00 - Giu 16 2019 at 16:15
  • Luogo & Indirizzo completo
    Madonna del Fiume Calabritto Ponticchio, 83040 Calabritto
  • Eventi Amministratore
    Vivi Appennino
CON IL CONTRIBUTO DI:
IN COLLABORAZIONE CON:
Back to Top