Chiesa di Alvar Aalto

Riola - 40030 Grizzana Morandi (BO)
Per maggiori informazioni contattare il comune Grizzana Morandi www.comune.grizzanamorandi.bo.it Tel. 051 6730311

Il complesso parrocchiale di Riola, progettato nel 1966 e costruito tra il 1976 e il 1978, rappresenta, nel lungo itinerario architettonico di Alvar Aalto, l'unico 'episodio italiano', eccezion fatta per il piccolo padiglione finlandese per la Biennale di Venezia del 1956, restaurato nel 1976.

Il progetto di Riola si inserisce nel quadro di quel rilancio dell'attività edilizia degli enti religiosi, promosso dalla curia bolognese e incoraggiato dal Concilio Vaticano II, teso a sperimentare nuovi spazi liturgici e a favorire l'esecuzione di modelli architettonici di una nuova concezione funzionale della chiesa parrocchiale.
Il complesso è costituto da chiesa, sagrato, campanile, casa canonica e opere parrocchiali. La chiesa vera e propria – "la prima Chiesa cattolica dopo tante Chiese luterane progettate e costruite dall'Architetto finlandese" – è caratterizzata da una pianta asimmetrica ed è stata ideata "come un'aula comunitaria dalla capienza flessibile". Infatti, per mezzo di una porta scorrevole, la parete d'ingresso può essere completamente aperta sul grande piazzale pedonale del sagrato, che viene così a costituire un ulteriore ampliamento dello spazio liturgico. La navata lascia filtrare la luce, la cui intensità è maggiore nella zona dell'altare della celebrazione, centro focale di tutto lo spazio. La cattedra e l'ambone per le letture sono posti a lato, in posizione di equilibrio tra l'altare e la croce presbiteriale in legno. Dall'area presbiteriale verso l'assemblea dei fedeli si apre la schola per il canto, provvista di organo, il cui piano a gradoni sale lievemente, favorendo così un contatto più diretto di quest'ultimo spazio con quello assembleare. Sul lato destro dell'aula, in posizione ribassata, è situato il battistero, che riceve luce dall'alto attraverso un lucernario a piramide e su un lato dalla vetrata fissa affacciata verso il fiume. Il relativo vano permette la presenza dei fedeli al rito battesimale ed è in stretto rapporto con quello della chiesa. 

La struttura portante è costituita da sei archi di diverse dimensioni. Anche le "vele" della copertura – "che 'si rompe' negli shed dallo sviluppo inclinato, affacciati a Nord" – sono state eseguite in stabilimento e successivamente trasportate ed assiemate in cantiere.

Le finiture di facciata sono state realizzate con lastre di pietra arenaria dello spessore di 4 cm. All'interno la pavimentazione è in piastrelle di cotto toscano di 30×30 cm, ad eccezione della zona presbiteriale, pavimentata con listelli di marmo bianco di Carrara con levigatura a rustico. L'intera superficie interna della chiesa è stata finita con rivestimento murale plastico rasato, di colore bianco. Gli arredi di sacrestia, le panche, le lampade e le maniglie in bronzo delle porte sono state realizzate su disegni di Aalto. 

Il campanile, terminato nel 1994, costituito da "lame" verticali di cemento armato gettato in opera, rispetta il posizionamento occupato nella planimetria generale aggiornata da Aalto nel 1976.

Recentemente è stata ultimata anche la zona porticata a lato del sagrato, che viene così a definire ulteriormente l'intero complesso architettonico del grande maestro finlandese.

La Santa Messa all'interno della Chiesa è celebrata ogni domenica alle ore 11.00.

Attendere prego...
Attendere prego
Chiudi
Hai selezionato
X
Ricerca in
Comuni
Ristorazione
Alloggi
Parchi
Terme
Monumenti
Natura
Neve
Negozi

Vicino a Pistoia 48 km
Vicino a Bologna 50 km

Hai un'azienda in Appennino? 
Scegli una vetrina per farti conoscere! 


Scopri di più su come entrare in Vivi Appennino

Devi effettuare il login per inviare commenti
Back to Top